Funghi trifolati

Chi ti ama ti ama per quello che sei e non per quello che mangi. Lo diceva uno dei proverbi della nonna e lo dico che io riferendomi a chi è già ammaritata o ammogliato felicemente, perché questa ricetta non è adatta ai single che dopo fatica hanno ottenuto una punta con la tipo o il tipello del bar sottocasa.

E non è indicata neanche per chi soffre di alitosi o per chi tiene particolarmente ad avare una vita sociale nelle ore successive al pasto.
Ma a me piace.

Ingredienti x2: 200gr champignon, 2 cucchiai di olio oliva, 1 spicchio d’aglio tritato (sono buona), succo di limone, prezzemolo tritato, sale&pepe.

Ricetta: Pulire i funghi dal gambo e tagliare a metà quelli grandi. Teoricamente si dovrebbe scaldare l’olio nella casseruola con l’aglio per poi metterci i funghi e farli cuocere. Per farla light si può’ mettere l’h20 invece dell’olio e mettere l’olio a crudo dopo una volta che i funghi sono cotti e la loro acqua è evaporata. L’ho sempre fatto e non mi è mai successo niente di grave. Quando i funghi sono cotti aggiungere il succo di limone, sale, pepe, prezzemolo e far cuocere ancora un minimo.

Condire con Pasta del Capitano, Aquafresh e Fisherman’s Friend finemente tritate.

All’ora di pranzo ho la palestra quindi non li mangero’, diversamente me ne starei a casa. Chiusa in bagno. A lavarmi i denti ripetutamente.

Annunci

Zuppa di noodles con tofu

Oggi potrebbe essere la giornata giusta per una zuppa, calda e rassicurante, per contrastare il malessere quotidiano e il logorio della vita moderna fuori c’è anche la temperatura giusta. In realtà ho la dispensa invasa dai noodles (e anche dagli gnocchi di riso forse) e se avessi anche lo sbatti di andare a comprare il tofu (che non ho) li farei così:

si mangia utilizzando questo indispensabile accessorio

Ingredienti: brodo veg, erba limoncina tritata, 1 minimo di peperoncino tritato, 100 gr. fagiolini tagliati (piccoli), 1 cucchiaio si salsa di soya, tofu tagliato a dadini, porro a rondelle sottili, funghi enoki (senza la parte in fondo del gambetto), noodles (di riso o soya).

Ricetta: Far bollire il brodo con erba limoncina, peperoncino tritato e conrollare che la pasta di tamarindo si sciolga. Abbassare il fuoco e aggiungerci i fagiolini tagliati e la soya da cuocerci dentro per qualche minuto (la ricetta ufficiale dice anche succo di lime, pasta di tamarindo e zucchero di canna ma io non lo farò). Aggiungerci tofu e porro e lasciar cuocere ancora alcuni minuti finchè il tofu non si ammorbidisce e i fagiolini non sono pronti. Alla fine si mettono i funghi.
I noodles, precedentemente rammollati nell’ h20 bollente vanno messi nei piatti e sopra ci si versa la zuppa (bollente anche quella)

Aiutiamoci con delle slide, una volta al supermercato asian all’angolo per capire che forma hanno gli ingredienti:

Enokitake (Flammulina populicola えのき茸) aka enoki

Erba limoncina/ lemongrass. Sembra porro ma non è.