Da Pea Brain ai Mazzini Old Bastards

Le prime volte che da Bologna mi muovevo in treno, al ritorno capivo di essere di nuovo back in town perché vedevo gli uccellini che “volavano” sui tetti.
Poi, negli anni, tanti altri personaggi hanno cominciato a popolare la città, ciascuno con una personalità indipendente e una storia da raccontare.
Dietro a questi pesonaggi il duo Monica Cuoghi (Sermide, 1965) e Claudio Corsello (Bologna, 1964). La loro collaborazione inizia a partire dagli anni ’80 quando a Bologna la vibrazione artistica era simile per molti versi alle vibrazioni che arrivavano da New York: graffiti, controculture, ricerca e vivacità intellettuale; i loro personaggi nel tempo hanno saputo muoversi dalla strada alle gallerie d’arte fino agli spazi museali portando l’intenzione di comunicare con chiunque entrasse in contatto con loro.
Ultimamente anche il web si è popolato di nuove creature e se da un lato Claudio ha dato vita a Nonno Degrado, Monica aggiorna quotidianamente la sua pagina FaceBook con immagini di affascinanti donne (e da qualche giorno anche di affascinanti uomini…) realizzate in digitale.
Con grande stima e rispetto, ammirazione e anche gratitudine per tutto quello che hanno fatto negli anni e perchè se amo così tanto Bologna è anche grazie a loro, ho pensato di fare con loro due chiacchere (on line) …

Ciao Monica! Inizio con una domanda sul tuo lavoro “quotidiano”…365 giorni in un anno e 365 pin up ammiccanti e intriganti.. da dove prendono vita?
Dal 2002 quando alla Fiat (la terza fabbrica occupata) abbiamo avuto la luce abbiamo cominciato a lavorare con i computers, da allora ogni giorno ho fatto un disegno nuovo con la data per il mio dasktop utilizzando il meraviglioso programma Illustrator.


L’ anno scorso a febbraio ho cominciato a disegnare una donnina al giorno per imparare meglio a disegnarle, sempre con la data per il mio dasktop, è stata una coincidenza che nello stesso periodo sono entrata in Facebook e così ho condiviso il mio desktop con gli amici.


Ultimamente ho visto anche figure maschili.. come mai?

Perché no?!
Sono belli anche loro, ma quando li guardo per disegnarli mi sento un uomo che li disegna, mi sintonizzo a quel tipo di sessualità, forse perché gli uomini che trovo nudi da copiare sono proprio uomini per gay e si sente forte il loro tipo di pulsione erotica.
Comunque è la prima volta che disegno uomini uomini ho sempre disegnato e fotografato ragazze, ma anche bambini e adolescenti.

Comunque questi non sono gli unici personaggi che crei, ce ne sono anche altri… Suf, ad esempio, chi è?

I personaggi arrivano da soli come i gatti!
Quella che non arriva è una bambina-adolescente che è da sempre che voglio disegnare (per questo per farmi ispirare disegnavo una donnina al giorno), ma ogni volta che ci provo nasce un nuovo personaggio… come P.Brain è nata dalla stilizazione di una bambina-scultura (vicolo dell’inferno uno dei primi disegni), poi Petronilla è una bambina , ma non lo è : è una papera che ha per corpo una grande vagina… poi Suf! volevo disegnare una bambina… ed è nata lei nel 2001, e ancora i maghi , dovevano essere delle fanciulle e sono diventati maghi.
L’idea più vicina alla bambina che mi sarebbe piaciuto creare è Emily Strange, quando la vidi la prima volta stavo studiando delle bambine simili.
Ultimamente è nata Bianchemma, che è nella mia pagina di fb, sto lavorando con delle sedicenni molto belle, col video e la fotografia, e loro si chiamano Emma, Emma, e Bianca.

Dimenticavo Arianna che rappresenta “lo Spririto delle ragazze” fotografata e filmata dal 1998 per rappresentare sfuggevole ed etereo sentimento. Ho avuto il coraggio di fotografarla nuda perché si propose Sandrine Nicolette di fare la mia bambola nuda, dal 1994 in poi sono nati molti personaggi fisici che erano proprio i miei attori, i miei amici: Anima, Bimbambola, Na, Ombra, Viola, il RE,ecc.. ecc… tutti giocattoli animati nelle nostre spaziose strutture abitative.
Poi ci sono personaggi nati insieme: Bello ad esempio è proprio creato dagli stili così diversi di me e Claudio, le sue faccette digrignanti sono il nonno di Bello.
Un’ altro personaggio creato insieme è quadrupede, un quadrupede che non ha i sensi come gli umani, ma altri sensi che gli umani hanno latenti, come quello dell’arte… spesso lui era una scultura.


Si possono intendere dei personaggi anche Cap e Finto hip hop, due ragazzini che alla Fiat erano due veri personaggi in carne ed ossa i quali hanno fatto da modelli per foto, video, avventure, sono diventati miei amici quando avevamo uno skate park nella fabbrica.
Claudio ha inventato da solo moltissimi personaggi : Cane Cotto, “la vita di un maiale”, Squandro, D.J. Spruzzino, Emissario, Namberino, Cane Bastard, sicuramente me ne dimentico qualcuno!
L’ultimo è il mitico “Nonno Degrado”.
A si anche un personaggio femminile: la gattina Fusy!

Ce ne sono altri?
Si! Dimenticavo la donna elefante, sia disegnata che rappresentata in sculture (una lata due metri e trenta di pelouche bianco, e poi Kit, il lupo mannaro che ci hanno rubato…, una ragazza di pelouche nero che abbiamo costruito con mia mamma, lei è la nostra protettrice, scultura apotropaica.
E poi come ho potuto dimenticare Schifio! Il demone di Suf, è lei che si trasforma, all’inizio avevo paura di questo personaggio, poi l’ ho capito, di esso abbiamo fatto una barca che a villa Ghigi si è sacrificata per assorbire e cacciare una inquietante malvagità…

A vederli sembra che ciascuno abbia un proprio “carattere” e una propria personalità, ma anche che rispecchi qualcosa di te, è cosi?
Si rispecchiano delle nostre caratteristiche, latenze o desideri, studiando e valorizzando anche i lati che appaiono negativi, ma anche delle proprietà degli altri esseri viventi, a caratteristiche a noi ancora aliene. Anima era l’addetta ad animare todo, molti sono personaggi spirituali e magici che ci hanno aiutato.

Se penso a te penso a bologna e alla sua dimensione più magica e spirituale, città in cui vivi e che vivi da tanti anni… come l’hai vista evolversi?
A Bologna ci sono molte potenzialità ed energia creativa, date dall’università, dalla posizione geografica, dalle caratteristiche magiche intrinseche.
Ho la netta impressione che venga soffocata l’energia che ogni tanto esce come un fumino dai tombini, del resto a New York se li tengono i fumi dei tombini, a Bologna li chiudono.
Ma sostengo la tesi che sia proprio da qui l’ avvio di un’arte che sta cambiando di nuovo il mondo, lo ha fatto anche in passato: si è raccolto il seme e si è portato dove ne hanno più cura. Spero che anche Bologna possa diventare un bellissimo, necessario giardino.

Se fossi un angolo di Bologna che angolo saresti?

Mi piace molto questa domanda, ma non so rispondere.

E se dovessi associarla ad una canzone?

Mmmmm…. a si ! “Stop al Panico” Isola Posse, Le canzoni della suora Hildegard Von Bingen.
Amo la forte influenza medievale di questa città, ma vorrei costruiti sopra dei ponti e dei palazzi fantascentifici in periferia , come il progetto di Kenzo Tange delle bellissime torri alla fiera, ma incompleto del ponte che sovrasta la città.

Qual’è la cosa che ami di più e quella che invece cambieresti completamente della città?

Amo Villa Ghigi, il Mazzini, S. Petronio al buio e il cinema d’estate, vorrei che S.Petronio venisse completata e Federico Secondo torni ad “arteggiare”.

Con la vostra presenza (tua e d Cane Cotto) avete dimostrato da sempre che la creatività e l’arte rendono viva la città e ne creano l’identità (penso a bologna e penso anche a voi, inevitabilmente), pensi che per l’Italia, nonostante tutto quello che non va ci sia ancora questa spinta?
Yes!
Credo al mondo dei piccoli vandali incalliti che scrivono il loro nome e il loro stile ovunque, questa è la spinta .

Da quello che fai, e da quello che scrivi sento sempre una grande positività e soprattutto una grande armonia con quello che ti circonda e con la natura… hai qualche consiglio da dare prima di salutarci?
Smettere di fumare!

pics. Courtesy of Monica Cuoghi

Annunci

Un pensiero su “Da Pea Brain ai Mazzini Old Bastards

  1. Pingback: Avant Garden *Pocaombra* « BamBiche Galore's Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...